Fondo per la ristorazione: tra i beneficiari anche gli agriturismi. Domande presentabili fino al 28 novembre

È stato pubblicato il 6 novembre scorso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 277, il decreto ministeriale Mipaaf del 27 ottobre 2020 che, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, detta le modalità attuative del Fondo per la filiera della ristorazione.  

Il Fondo Ristorazione, grazie a una dotazione di 600 milioni di euro, garantisce in modo semplice e immediato un sostegno al mondo dell’ho.re.ca. e alla filiera agroalimentare, contrastando anche lo spreco.
Il Fondo consente di richiedere contributi a fondo perduto da un minimo di mille fino a un massimo di diecimila euro per l’acquisto di prodotti 100% Made in Italy.
La misura si rivolge a ristoranti, pizzerie, mense, servizi di catering, agriturismi e alberghi con somministrazione di cibo.
Le domande possono essere presentate di persona presso gli Uffici postali, oppure online, collegandosi al sito www.portaleristorazione.it, attivo a partire dal 15 novembre. 

Il Decreto 27 ottobre 2020 stabilisce criteri, requisiti e modalità di erogazione del contributo a fondo perduto destinato alle imprese del settore ristorazione per l’acquisto di prodotti, inclusi quelli vitivinicoli, di filiere agricole e alimentari, anche DOP e IGP, valorizzando la materia prima del territorio. 

Le domande possono essere presentate attraverso il Portale della ristorazione dal 15 novembre 2020 al 28 novembre 2020 o presso gli sportelli degli uffici postali dal 16 novembre 2020 al 28 novembre 2020 negli orari di sportello. 

Tutte le informazioni relative alla presentazione delle domande sono disponibili sul Portale della Ristorazione che è disponibile dal 15 novembre. 

Qui le risposte alle domande più frequenti sul fondo ristorazione: https://www.portaleristorazione.it/faq.html