COVID19: Nuove linee guida per i lavoratori stranieri stagionali in agricoltura
Indicazioni per la gestione dei lavoratori provenienti da Paesi comunitari ed extracomunitari soggetti a restrizioni alla luce dell’ordinanza Min. Salute del 14 maggio 2021

Indicazioni valide fino al 30 luglio 2021.

 

  1. Lavoratori provenienti da Stati compresi zona area Schengen e U.E oltre che da Gran Bretagna e Israele:
  • nessuna limitazione se con tampone molecolare o antigenico negativo effettuato nelle 48 ore precedenti l’ingresso in Italia o con presentazione della certificazione verde Covid -19 rilasciata o riconosciuta ai sensi dell’articolo 9, comma 2, lett. c), del decreto legge 22 aprile 2021, n. 52, da cui risulti di essersi sottoposti, nelle quarantotto (48) ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, e risultato negativo.

 

  • compilazione di autocertificazione di rientro dall’estero, unitamente a un documento d’identità valido, da inviare al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria (uoisp@apss.tn.it).
  • quarantena attiva di 10 giorni se in possesso di certificazione di avvenuti ciclo di vaccinazione completo

Se senza certificazione di effettuazione del test con esito negativo:

  • applicazione quarantena attiva di 10 giorni al termine della quale effettuazione di test molecolare o antigenico al termine dell’isolamento Il test è in genere prenotato all’atto della comunicazione di rientro da parte del Dipartimento, ma può essere effettuato anche da altre strutture.

 

 

2. Lavoratori di altra provenienza (si veda allegato D e E)

  

  • compilazione di autocertificazione di rientro dall’estero, unitamente a un documento d’identità valido, da inviare al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria (uoisp@apss.tn.it).
  • sottoporsi a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore prima dell’ingresso in Italia e il cui risultato sia negativo
  • applicazione quarantena attiva di 10 giorni al termine della quale effettuazione di test molecolare o antigenico al termine dell’isolamento fiduciario. Il test è in genere prenotato all’atto della comunicazione di rientro da parte del Dipartimento, ma può essere effettuato anche da altre strutture.

  • quarantena attiva di 10 giorni se in possesso di certificazione di avvenuti ciclo di vaccinazione completo